Categorie
Haile Selassie I - Testimonianze

Presidente USA D. D. Eisenhower – 1954

Casa Bianca, Washington, USA
26 Maggio 1954
“Vostra Maestà, signore e signori:
Durante il passato secolo e mezzo, molti individui di distinzione si sono intrattenuti tra queste mura – alcuni del nostro proprio paese, altri in visita presso di noi dall’estero. Penso di poter dire con sicurezza che mai alcuna compagnia qui riunita sia stata onorata dalla presenza nel suo ospite d’onore di un individuo più noto per la sua fiera difesa della libertà, e per il suo coraggio nel difendere l’indipendenza del proprio popolo, dell’ospite d’onore di questo pomeriggio.
Ho letto una volta che non si può sapere di alcun individuo se abbia grandezza fin quando non sia stato testato nell’avversità. Per mezzo di questo test, il nostro ospite d’onore ha stabilito nuovi standard nel mondo. In 5 anni di avversità, con il suo paese invaso ma mai conquistato, egli non ha mai perso per un solo singolo secondo la sua dignità. Egli non ha mai perso la sua fede in sé stesso, nel suo popolo, nel suo Dio.
Considero un grandissimo privilegio, signore e signori, chiedervi di alzarvi e fare con me un brindisi a Sua Maestà Imperiale, l’Imperatore d’Etiopia.”
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Insegnamenti

L’Intelligenza deve essere Addestrata

“Realizzando che è attraverso l’educazione e l’intelligenza addestrata che la conoscenza può essere acquisita per una vita migliore, ci siamo impegnati per tutta la Nostra vita a dare al Nostro popolo l’eredità dell’educazione.”

– Sua Maestà Imperiale Haile Selassie I –

Condividi:
Categorie
Bob Marley

Zion Train – Uprising – 1980

“Il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti
Il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti
Oh gente, salite a bordo ! / E’ meglio che salite a bordo!
Ringraziate il Signore / Lodate Far-I
Devo prendere un treno, perché non c’è un’altra stazione
E allora state andando nella stessa direzione
Il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti
Il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti
Quale uomo può salvare l’anima di suo fratello ?
O uomo, è soltanto auto-controllo
Non guadagnare il mondo per perdere la tua anima (Marco 8,36)
La sapienza è migliore dell’argento e dell’oro (Proverbi 3, 13-14)
Oh, dove c’è una volontà
C’è sempre una via
Dove c’è una volontà
C’è sempre una via
Il treno dell’anima sta venendo dalle nostre parti
Il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti
Duemila anni di storia
Non possono essere spazzati via così facilmente
Duemila anni di storia / Storia nera
Non possono essere spazzati via così facilmente
Oh, bambini, il treno per Zion sta venendo dalle nostre parti, salite a bordo adesso !
Dicono che il treno per Zion stia venendo dalle nostre parti
Avete un biglietto, così ringraziate il Signore !
Il treno per Zion
Il treno per Zion
Dicono che il treno dell’anima stia venendo dalle nostre parti”
Berhane Selassie #BobMarley, #ZionTrain #Uprising Album, 1980
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Insegnamenti

Le Responsabilità dei Giovani

“Le statistiche rivelano che i giovani costituiscono una larga porzione della popolazione dell’Etiopia. Perciò, il suo sviluppo economico dipenderà dal nuovo vigore, il nuovo interesse, il nuovo spirito dei giovani. Il proposito dell’educazione non è quello di assumere un individuo per un impiego permanente, ma di renderlo auto-sufficiente ed equipaggiarlo con la facoltà della creatività. Si dovrebbe stare in piedi sulle proprie gambe, scansando pigrizia ed indefinita dipendenza dai propri genitori. Questo, naturalmente, richiede disciplina e determinazione. I giovani che abbiamo educato hanno l’obbligo di servire la comunità da cui provengono. La loro partecipazione ai programmi nazionali del paese è vivamente attesa. Le nostre risorse naturali donateci da Dio, sia sugli altopiani che sui bassopiani, sono ideali per varie imprese agricole. Se i giovani del paese non hanno un impiego retribuito devono biasimare sé stessi, e non la società che li ha educati con grande spesa e sacrificio. La generazione giovane può essere un credito per la società se è dedita a servire l’interesse comune della comunità. Gli esempi di una tale dedizione non mancano, e questo è uno degli obbiettivi dell’educazione”.

– Sua Maestà Imperiale Haile Selassie I –

Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Il Suo Popolo in Vesti Candide

“Uno dei vegliardi allora si rivolse a me e disse: ‘Quelli che sono vestiti di bianco, chi sono e donde vengono?’. Gli risposi: ‘Signore mio, tu lo sai’. E lui: ‘Essi sono coloro che sono passati attraverso la grande tribolazione e hanno lavato le loro vesti rendendole candide col sangue dell’Agnello. Per questo stanno davanti al trono di Dio e gli prestano servizio giorno e notte nel suo santuario; e Colui che siede sul trono stenderà la sua tenda sopra di loro’.”
Apocalisse 7, 13-15
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Insegnamenti

Né “Ismi” né “Scismi”

“Le varie attitudini verso la vita e le ideologie moderne non hanno assicurato una pace duratura nel mondo; al contrario, sono diventate fonti di frizione e cause di conflitto. Come abbiamo ripetutamente detto, l’Etiopia ha sempre seguito una politica di non-allineamento e amicizia con tutte le nazioni. Si è sempre sforzata di mantenere e rafforzare queste politiche. L’Etiopia intrattiene relazioni amichevoli con tutti i paesi dell’Africa, dell’Asia, dell’Europa e dell’America, ad eccezione forse di quei pochissimi paesi che non comprendono la reale storia dell’Etiopia e la buona volontà del popolo Etiope. L’Etiopia cerca di sviluppare relazioni pacifiche e amichevoli con tutti i suoi vicini.”

–  Sua Maestà Imperiale Haile Selassie I –

Condividi:
Categorie
Babilonia Haile Selassie I - Profezie

Le Aquile Romane dell’Anti-Cristo

“L’aquila che hai visto salire dal mare è il quarto regno apparso in visione a tuo fratello Daniele. (…) Ecco, vengono i giorni in cui sulla terra si leverà un regno più terribile di tutti quelli che ci sono stati prima di esso. (…) Il leone che hai visto svegliarsi dalla selva, ruggire e parlare all’aquila accusandola per la sua ingiustizia, e tutto quel che ha detto, così come lo hai udito, è il Messia, che l’Altissimo ha conservato per la fine dei giorni, che è uscito dalla discendenza di David, e che verrà a parlare con loro, li accuserà per le loro empietà, e introdurrà loro davanti le loro trasgressioni. Infatti deciderà prima di sottoporli vivi al Suo giudizio, e poi, una volta accusati, li annienterà; ma il resto del mio popolo lo libererà con misericordia, quelli che si sono salvati entro i miei confini, e li rallegrerà finché non verrà la fine, nel giorno del giudizio del quale ti ho parlato fin da principio”.

Apocalisse di Ezra, 12, 10-36

“Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Dove sarà il cadavere, ivi si raduneranno le aquile.”

Matteo 24, 27-28

Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Testimonianze

Università Carolina di Praga – Laurea in Legge – 1959

Praga, 15 Luglio 1959
“La Facoltà di Legge dell’Università Carolina di Praga, essendo consapevole, nobile Imperatore, che avete portato avanti la coraggiosa e perseverante lotta per la difesa del vostro paese e la sua liberazione dagli aggressori stranieri, e che siete sempre stato un vigile guardiano della sua indipendenza,
che, come uno straordinario esperto di politica e legge, avete compiuto un grande e durevole lavoro di riformatore e costruttore del vostro paese per il beneficio del suo popolo,
che avete instancabilmente lavorato per la preservazione della pace e comprensione mondiali e per la promozione dell’indipendenza ed uguaglianza di tutte le nazioni, servendo con ciò eminentemente il benessere del genere umano,
ha unanimemente deciso di conferirvi la laurea onoraria di Dottore in Legge…”
Condividi:
Categorie
Bob Marley

So Much Things To Say – Exodus – 1977

Hanno così tante cose da dire adesso
Hanno così tante cose da dire
Ma io non dimenticherò mai, in nessun modo
che crocifissero Gesù Cristo
Non dimenticherò mai, in nessun modo
che vendettero Marcus Garvey per del riso
Non dimenticherò mai, in nessun modo
che volsero le loro spalle a Paul Bogle
Così voi no, non dimenticate,
chi siete e da che parte state nella lotta
Hanno così tanto, così tanto, così tanto, così tanto
Stanno dicendo di tutto, stanno dicendo così tanto oggi
Hanno così tante cose da dire, così tante cose
I and I non viene a combattere carne e sangue
Ma malvagità spirituale, il luoghi alti e bassi (Efesini 6,12)
Così mentre ti combattono
Resta saldo e rendi a Jah ringraziamenti e lodi
Perché I&I non ci aspettiamo di essere giustificati
Dalle leggi degli uomini, dalle leggi degli uomini
Tutta la giuria mi ha trovato colpevole
Ma la verità proverà la mia innocenza.
Oh, quando la pioggia cade, cade, cade ora
Non cadrà sul tetto di un solo uomo, ricordalo
Quando la pioggia cade
Non cade sul tetto di un solo uomo (Matteo 5,45)
Cantano, così tanto, ma così tanto
Così tanto, così
Hanno così tante cose da dire adesso
Si, hanno così tante cose da dire
I&I non viene per combattere carne e sangue
ma malvagità spirituale, in luoghi alti e bassi
Così, mentre ti combattono
resta saldo e rendi a Jah ringraziamenti e lodi
I&I non ci aspettiamo di essere giustificati
Dalle leggi degli uomini, dalle leggi degli uomini
La verità deve provare la mia innocenza
Dicono che il malvagio pensa di avermi trovato colpevole
La la la la la la, dicono stupidaggini tutto il tempo
Così tante cose da dire, dicerie
Hanno dicerie senza umorismo
Non sanno quello che fanno.” (Luca 23,34)
Berhane Selassie #BobMarley, #SoMuchThingsToSay, #Exodus Album, 1977
Condividi:
Categorie
Babilonia

La Divina Commedia denuncia l’Apostasia Romana

“Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
ché la diritta via era smarrita.”
La Divina Commedia di Dante, Il più importante testo letterario della civiltà Italiana, il fondamento storico della stessa lingua italiana che utilizziamo, inizia dichiarando il suo smarrimento della retta via e la sua deviazione.
E pare che non lo comunichi soltanto in senso individuale, poiché ci tiene a parlare di una vita “nostra”, e richiama un livello sociale e collettivo di perversione storica, che si percepisce chiaramente seguendo la narrazione del testo. Basterebbe dire che si tratta dell’opera più ferocemente anti-Vaticana mai concepita dall’uomo, che seppellisce tra le torture dell’inferno quasi tutti i papi, ne contesta l’autorità e sferza violentemente la loro depravazione con tono profondamente profetico. Parla dello smarrimento di un’intera civiltà, e nessuno che lo insegni mai con limpidezza intellettuale e onesta applicazione al mondo contemporaneo.
I commentari liceali della Divina Commedia sono concepiti per rendere il suo insegnamento insopportabile, come quello di una favola erudita piena di nozioni ma priva di verità, ed astrarlo il più possibile dalle problematiche della vita reale. Nel caso di questo verso, sono più impegnati a meditare sul suo significato anagrafico (il mezzo della nostra vita media, 35 anni) che quello profondamente spirituale, e profondamente vero, che denuncia tutta la civiltà italiana, chiesa e stato, come storicamente “deviata”.
E quel “Nel mezzo” fa anche inevitabilmente pensare, in senso storico più ampio, che Dante viene nel Medio-Evo, in quell’epoca della storia che è considerata il “medio” tra due epoche, la prima delle quali scandita dalla venuta di Cristo, e la seconda (l’epoca moderna) da un evento di importanza evidentemente parallela. Come vedremo, Dante lo identificherà nella venuta di una figura messianica di liberazione politica, il “Veltro”, che non è altro che il Cristo nella Sua Seconda Venuta, e che avrebbe storicamente corretto la deviazione romana.
Condividi: