Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Ci restituisce la Lingua Pura Originale smarrita a Babilonia

“In quel giorno darò ai popoli una lingua pura
perché invochino tutti il nome di Egziabhier
e Lo servano tutti sotto un solo giogo.
Dai fiumi dell’Etiopia Gli porteranno il sacrificio.
Sofonia 3, 9-10
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Il Trono della Sua Gloria

“Quando il Figlio dell’Uomo verrà nella Sua gloria, e tutti i Suoi angeli con Lui, allora Egli si siederà anche sul trono della Sua gloria.”
Matteo 25, 31
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Il tributo dei Romani

Haile Selassie I in visita a Roma, il 6 Novembre 1970.
Nel vederlo accolto con i massimi onori dal Presidente Saragat sin dall’aeroporto, passare in parata dinanzi al Colosseo – storico luogo di tortura per milioni di Cristiani – accuratamente scortato dai corazzieri come “soldati romani” di alto rango, torna alla mente la profezia:
“Ecco, verrà nella nube del cielo, e Lo vedrà ogni occhio, pure quelli che l’hanno trafitto Lo scruteranno”. (Apocalisse 1,7)
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Le Vesti Rosse dell’Incoronazione

“Perché sono rosse le Tue vesti, e i tuoi indumenti come chi viene dal tino?”. (Isaia 63,2)
“E Lo vestirono di porpora e intrecciarono una corona di spine e Lo incoronarono, e si facevano beffe di Lui. E Gli dicevano: ‘Salve, Re dei Giudei’.” (Marco 15,17)
“Indossa una veste intrisa di sangue ed è chiamato col nome di ‘Parola di Dio’. Gli eserciti del cielo lo seguono su cavalli bianchi, vestiti di lino bianco e puro. Dalla bocca gli esce una spada affilata per colpire con essa le genti. Egli le governerà con scettro di ferro e pigerà nel tino il vino dell’ira furiosa del Dio onnipotente. Un nome porta scritto sul mantello e sul femore: Re dei re e Signore dei signori.” (Apocalisse 19, 13)
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Il Nome di Cristo – IHS – Qedamawi Hayle Selassie

Nella storia della Chiesa Occidentale esiste la tradizione di riassumere i nomi di personaggi e concetti religiosi con poche lettere, chiamate in latino Nomina Sacra, che costituiscono una sorta di simbolo spirituale. Queste lettere sono usualmente tratte dal Greco, dacché fu la più importante lingua di diffusione internazionale della Cristianità Apostolica.

Poiché il nome Greco di Cristo si scrive IHSUS (laddove la “H” rappresenta la “E”), l’abbreviazione IHS fu utilizzata in periodo medievale per indicare il “Nome di Dio”, che troviamo raffigurato nelle decorazioni di molte chiese cattoliche, e anche nello stemma ufficiale dei Gesuiti.

Come si può notare dalla foto precedente, che ritrae la scrivania personale dell’Imperatore, le tre lettere che compongono il Suo Nome sono esattamente le stesse: Qedamawi (Primo) (I) Haile (H) Selassie (S). La “I” maiuscola finale corrisponde al “Primo” di Haile Selassie “I”, che però in lingua originale è posto all’inizio del Nome, come prima lettera.

Queste tre lettere vengono anche tradizionalmente intrecciate, così da ottenere un Monogramma di Cristo, di cui riportiamo degli esempi:

Anche in Monogramma personale di Sua Maestà è ricreato secondo la stessa fisionomia, così da poter essere letto sia in caratteri etiopici, come fusione di ቀ (Qedamawi) ኃ (Hayle) ሥ (Selassie), che in caratteri occidentali, come fusione di H S I.

E’ interessante notare come il Monogramma di Cristo sia anche l’origine grafica del Dollaro $, prefigurando così la preziosità e ricchezza fisica del Regno Millenario di Cristo. La moneta dell’Impero Etiope era proprio il Dollaro Etiope.

 

Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

La Tripla Corona di Haile Selassie I

La Corona di Sua Maestà – la più alta e magnifica della storia, a 3 piani, pesante d’oro e pietre preziose, che nessuno, giovane o vecchio, sarebbe in grado di portare con la dignità e l’equilibrio che Haile Selassie I ha mostrato in processione, il 2 Novembre 1930, ad Addis Abeba.

La corona “tripla” richiama le tre corone acquisite da Haile Selassie I, quella di Ras, di Negus (Re) ed infine di Neguse Negest (Re dei Re). Questo corrisponde profeticamente alle tre unzioni ricevute da Davide, secondo quanto descritto nel libro di Samuele. Si realizzano così le Scritture:

“E hai posto sopra il suo capo una corona di gemma onorata” (Salmo 20/21)

“ha sul suo capo molti diademi” (Apocalisse 19,12)

 

Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

L’Istituto Luce Immortalò l’UNO (ONE) – 1930

Foto del 2 Novembre 1930, Incoronazione di Haile Selassie I ad Addis Abeba.

Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

L’Icona di Santa Caterina sul Monte Sinai

A sinistra l’Imperatore Haile Selassie I nel 1924 in Italia, in visita ufficiale.
A destra “Cristo Pantocratore” (dominatore di tutto) un’icona del 5° o 6° secolo dopo Cristo, scoperta da George Soteriou nel 1930 (anno dell’Incoronazione) nel Monastero Ortodosso di Santa Caterina sul Monte Sinai, lì dove Mosè vide il Volto di Dio.
L’icona riporta un’inusuale Cristo con i capelli corti – descrivendolo nel Suo carattere imperiale (pantocrator) – ed è una delle più antiche rappresentazioni artistiche esistenti del volto di Iyesus.
Condividi:
Categorie
Haile Selassie I - Profezie

Le Vesti Rosse dell’Incoronazione

“I suoi occhi sono come una fiamma di fuoco, ha sul suo capo molti diademi; porta scritto un nome che nessuno conosce all’infuori di lui. E’ avvolto in un mantello intriso di sangue e il suo nome è Verbo di Dio.”

Apocalisse 19,12-13

Condividi: