Categorie
I&I Rasta

L’Olocausto Dimenticato

INTERVISTATORE: “Avevo capito che stavi pianificando di fare un tour in Israele alla fine di Ottobre (’83). Cosa è successo a quel tour ?”
TOSH: “Non ero io che progettavo di fare il tour, hanno provato a farmi andare in Israele per fare un tour o per fare un paio di spettacoli là, ma la mia integrità non mi porterà lì, perché io sono per uguali diritti e giustizia al massimo grado. Ci sono molti posti in cui sono stato in cui non sarei dovuto stare, ma è così che va il sistema (shit-stem). Jah dice che devi trarre il tuo pane dai luoghi desolati, così Israele ha stretti contatti con il Sud Africa, e Israele, secondo la dispensazione di questo tempo, è la continuazione dell’apartheid e dell’ingiustizia razziale, capito ? Sono gli amministratori, forse gli amministratori chiave dell’ingiustizia razziale in Sud Africa verso il mio popolo, e io non potevo supportare ciò. Ci sono molti paesi che ancora lo supportano.”
INTERVISTATORE: “Non è ironico che un popolo che ha sofferto così tanto genocidio razziale 30 anni fa sia adesso coinvolto nello stesso genere di cose ?”
TOSH: “Si, ma vedi non c’è niente che accada sulla terra oggi che sia una coincidenza, ogni cosa fu progettata migliaia di anni fa, è soltanto un peccato che sia così brutta. Ed è soltanto un peccato che i tuoi occhi debbano vederlo e che le tue orecchie debbano udire a riguardo. Ma ancora, è qualcosa che è stato progettato, capito ? Ogni uomo viene ripagato secondo il suo lavoro, capito ? Quello che sta andando avanti in Sud Africa è molto brutto, molto, molto, molto, brutto. Ogni giorno li senti parlare dell’olocausto Ebraico, e di quanti milioni di Giudei Hitler abbia ucciso, ma non li senti mai parlare di quanti milioni di persone il regime del Sud Africa uccide quotidianamente, capito ? E non soltanto di questo, loro non parlano dell’invasione Italiana in Etiopia negli anni ’30, durante il governo dell’Imperatore Haile Selassie I, e di quanti milioni di persone uccidono. Loro non ne parlano mai. Ti raccontano dell’olocausto Giudaico. Ogni volta senti parlare dell’olocausto Giudaico; e quello che è successo a noi ?”
Antico Ras Peter Tosh, Intervista con Doug Wendt, San Francisco 1983
Condividi:
Categorie
I&I Rasta

A Jah spetta tutto il Timore e tutto l’Amore del Rasta

INTERVISTATORE: “Peter, qual è la tua più grande paura?”
TOSH:La mia paura è per Jah Onnipotente ! Egli è così potente che per amarlo devi temerlo… Io lo amo !”
INTERVISTATORE: “E’ questo, perciò, anche il tuo amore più grande ?
TOSH:Lo è… per Jah“.
INTERVISTATORE: “Peter, qual è il tuo desiderio più grande ?”
TOSH: “Servire Jah consegnando il suo messaggio, e vedere il giorno splendente in cui ‘ciò che è Giusto sarà Giusto’ e ‘ciò che è Sbagliato sarà Sbagliato’, ed ogni uomo avrà la sua paga secondo la sua opera – niente di più, niente di meno. Così, continuate a lavorare fin tanto che lavorate per ciò che è Giusto, perché il giorno della paga non è così lontano !!”
Antico Ras Peter Tosh, Intervista con Bagga Brown, 1983

 

Condividi:
Categorie
I&I Rasta

Ci sono Rasta di tutti i colori

Intervistatore: “Cosa pensi della gente bianca che segue la musica e si dichiara Rastafariana?”
Peter Tosh:Jah ha detto: ‘Sono venuto tra i miei, e non mi hanno ricevuto, così chiunque voglia può venire’. Trovo che la gente ami e rispetti me e la mia musica, e non sta a me dire chi è un vero Rasta, perché c’è tutto un mucchio di uomini neri che sono ‘ras..cal’ (mascalzoni). Tutti i miei fan, neri e bianchi, sono ‘anime’ che sto provando a vincere per Jah. Durante l’ultimo tour, un uomo bianco è venuto ad uno dei miei spettacoli, ma non aveva corpo dall’ombelico in giù – un mezzo uomo. Ma stava danzando sulle sue mani e gridando al massimo della sua voce; una fede tale l’ho vista di rado. Chi sono io per dare un giudizio su una tale persona?
Ras Peter Tosh, Intervista con Bagga Brown, 1983
Condividi:
Categorie
Musica Regale

Una Musica Rivoluzionaria dal Messaggio Divino

“La vera barriera è il sistema (shit-stem). Il suono dell’heartbeat sincopato del one-drop ha il potenziale per dilagare ovunque. La musica è già buona, ma il sistema è tarato per tenere la musica reggae sotto controllo. Vedi, il reggae è spiritualmente rivoluzionario, e il messaggio è divino. Il contenuto del messaggio apre gli occhi della gente verso i mali del sistema, e così non può essere incoraggiato dal sistema, poiché dentro la musica ci sono i semi della distruzione del suddetto sistema. Ma la musica è contagiosa come un germe, così deve germinare e tutto quello che possono fare è ritardare il processo… deve accadere ! Il sistema deve esplodere per il conflitto, modificarsi per gestire la pressione, o trasformarsi in un nuovo giorno.”
Ras Peter Tosh, Intervista con Bagga Brown, 1983
Condividi:
Categorie
I&I Rasta

Non Dimenticare i Crimini Fascisti in Etiopia

Peter Tosh:Ho preso un libro l’altro giorno, si chiama ‘Storia dei Massacri Italiani’, qualcosa del genere, in Etiopia. Imparo questo, quando leggo quel libro mi vengono le lacrime agli occhi.
Intervistatore: “Riguarda Menelik ? O Selassie?”
Peter Tosh:Selassie I.
Intervistatore: “Allora degli anni ’30.”
Peter Tosh:Si, ’34-’37, intorno a quei tempi. Terribile, terribile. Chiunque trovassero con la foto di Sua Maestà Imperiale, via la testa ! Puoi vedere soldati, soldati Italiani, e ogni diverso genere di soldati, con la testa dei Rasta nelle loro mani, che si vantavano, si mettevano in posa – inviavano teste, dozzine di teste in cestini, per mostrarle alle loro famiglie, la testa del Rasta. Capito? E’ pieno di gente che non sa queste cose. Io ho visto delle fotografie.
Ras Peter Tosh, Mengheste Sematat
Intervista con R.Steffens and H.Holmes, 1980
Condividi:
Categorie
Musica Regale

Peter Tosh – Il Rasta Vive la Bibbia

Intervistatore: “Leggi la Bibbia ogni giorno?”
Peter Tosh: “No, io vivo la Bibbia ogni giorno. Ci sono persone che leggono la Bibbia ma non vivono la Bibbia. Leggere la Bibbia non salva la tua anima, perché la Bibbia è soltanto un’altra versione di una versione. E la verità è stata distorta per creare conflitti e far sì che la gente si perdesse nell’illusione. Così, per soddisfare quelli che dipingono un mondo di fantasia. Ma io conosco queste cose, e siamo anime reincarnate da quel tempo, e sappiamo chi eravamo a quel tempo. La Bibbia dice: “Cerca e troverai“. E quando cerchi di trovare te stesso, troverai te stesso; “Bussa e sarà aperto”, le porte della sapienza sono aperte. E quando prego non chiedo ricchezza. Io chiedo sapienza e conoscenza e comprensione. E protezione dai mali che sono in agguato nei luoghi oscuri. Così questo è il modo in cui devo vivere.
Vedi che la filosofia del Rastaman non è nulla di nuovo. Nulla del diciottesimo, del diciannovesimo o del ventesimo secolo. Risale all’origine della terra. Non è una religione. E’ un modo di vivere tradizionale. Come discepoli di Cristo.”
Intervista con John Swenson, 1981
Condividi: