Categorie
Haile Selassie I - Insegnamenti

Proteggere Alberi e Foreste

“Le risorse forestali del Nostro Impero costituiscono uno degli elementi più importanti di ricchezza della Nostra terra. Quando le Nostre foreste sono propriamente conservate, esse proteggono il suolo fertile dell’Etiopia dall’erosione, e rendono il paesaggio verde e bello. Ma quando le foreste sono trascurate e gradualmente distrutte, la ricchezza della Nostra terra viene progressivamente ridotta e il paese diventa lentamente brullo e sterile.
Il taglio della legna è un’importante fonte di introito per la nostra popolazione rurale. Ma il suo tagliare senza necessità e il suo abuso di legname stanno a dimostrare chiaramente che essa non comprende l’importanza grande e di vasta portata della preservazione delle Nostre foreste.
Gli utilizzi degli alberi sono molti e vari. I boschetti di alberi proteggono i nostri campi e le nostre piantagioni dall’essiccazione ad opera dei venti del deserto, che soffiano dalle regioni vicine. Durante i mesi estivi, essi forniscono umidità e ombra. Se non verranno immediatamente piantati altri alberi per rimpiazzare quelli abbattuti di tempo in tempo, i Nostri costanti sforzi per conservare e sviluppare la ricchezza del Nostro paese – per il benessere delle generazioni presenti e future – saranno resi inefficaci e futili. Siamo grandemente addolorati nell’osservare come molte migliaia di gasha di ricca terra forestale vengano distrutti ogni anno dal taglio avventato di legname, dallo sconsiderato incendio delle foreste, dal pascolo forestale sregolato, e da altri abusi della Nostra ricchezza forestale, dovuti all’ignoranza popolare e al desiderio di vantaggio temporaneo da parte del Nostro popolo.”
– Sua Maestà Imperiale Haile Selassie I –
Condividi:
Categorie
Etiopia - Storia, Costumi e Territorio

Le Chiese-Foresta in Etiopia

Ogni Chiesa in Etiopia è dotata di un ampio giardino esterno, in cui i fedeli possono meditare e ascoltare liturgia e predicazione. La connessione organica con la natura è considerata un fondamento della vita spirituale e del suo giusto intendimento, e non viene sostituita da modelli iper-urbanizzati e artificiali, come in Occidente.
Nelle aree intensamente coltivate o sfruttate dal lavoro, le chiese appaiono dall’alto come delle oasi botaniche, e svolgono un essenziale ruolo di preservazione della ricchezza biologica del territorio.
Nella prima foto, la chiesa di Goha Maryam nei pressi di Bahr Dar.  Nella seconda foto, la chiesa di Betzawit Maryam e nella terza la chiesa di Debre Meheret Arbatu Ansesa, entrambe nelle vicinanze del Lago Tana.
Condividi: